Statuto


Per obbligo di trasparenza rispetto i propri associati o per chiunque ne abbia leggitimo interesse e per comodità di consultazione qui sotto sono riportati gli articoli dello statuto GMN di certo interesse inerenti la vita associativa.

Per chi volesse è comunque possibile visionare lo statuto originario integrale dal link al documento scannerizzato a fondo pagina.

 

FINALITA’ DELL’ORGANIZZAZIONE

Articolo 5
Attività di interesse generale e attività diverse

Scopo dell'Organizzazione è il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, prevalentemente nell'ambito del territorio della regione siciliana e con particolare attenzione al territorio in cui l'Organizzazione ha sede, tramite lo svolgimento in via esclusiva o principale, della/le seguente/i attività di interesse generale prevista/e dall’articolo 5 del d. lgs 117/17, nonché delle attività secondarie e strumentali alle prime, nel rispetto dell’articolo 6 del d. lgs 117/17, secondo i limiti e i criteri definiti dallo specifico decreto del Ministero dell’economia e delle finanze:

  • Interventi e servizi sociali ai sensi dell'articolo 1, commi 1e 2, della legge 8 novembre 2000, n. 328, e successive modificazioni, e interventi, servizi e prestazioni di cui alla legge 5 febbraio1992, n. 104, e alla legge 22 giugno 2016, n. 112, e successive modificazioni; (lettera a, articolo 5, D. Lgs. 117/17)
  • Attività culturali di interesse sociale con finalità educativa, anche di tipo sportivo dilettantistico (lettera d, lettera t, art. 5, D. Lgs. 117/17);
  • Interventi e servizi finalizzati alla salvaguardia e al miglioramento delle condizioni dell'ambiente e all'utilizzazione accorta e razionale delle risorse naturali, con esclusione dell'attività, esercitata abitualmente, di raccolta e riciclaggio dei rifiuti urbani, speciali e pericolosi, nonché alla tutela degli animali e prevenzione del randagismo, ai sensi della legge 14 agosto 1991, n. 281; (lettera e, articolo 5, D. Lgs. 117/17)
  • Interventi di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e del paesaggio, ai sensi del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, e successive modificazioni; (lettera f, articolo 5, D. Lgs. 117/17)
  • Organizzazione e gestione di attività culturali, artistiche o ricreative di interesse sociale, incluse attività, anche editoriali, di promozione e diffusione della cultura e della pratica del volontariato e delle attività di interesse generale di cui al presente articolo; (lettera i, articolo 5, D. Lgs. 117/17)
  • Formazione extra-scolastica, finalizzata alla prevenzione della dispersione scolastica e al successo scolastico e formativo, alla prevenzione del bullismo e al contrasto della povertà educativa; (lettera l, articolo 5, D. Lgs. 117/17)
  • Promozione e tutela dei diritti umani, civili, sociali e politici, nonché dei diritti degli utenti delle attività di interesse generale di cui al presente articolo, promozione delle pari opportunità e delle iniziative di aiuto reciproco; (lettera w, articolo 5, D. Lgs. 117/17)
  • Protezione civile ai sensi della legge 24 febbraio 1992, n. 225, e successive modificazioni; (lettera y, articolo 5, D. Lgs. 117/17)


Nello specifico, a titolo esemplificativo e non esaustivo, l’Organizzazione intende:

  • Promuovere, organizzare, valorizzare e diffondere le attività nautiche, la loro sicurezza e la salvaguardia della vita che si svolge nel mare e sulle acque interne;
  • Concorrere alla migliore fruizione, alla tutela, alla promozione e alla valorizzazione, del patrimonio naturale, ambientale, culturale, storico, monumentale e artistico, riferiti all’ambiente marino e alle acque interne;
  • Attivare percorsi di informazione, di educazione, di prevenzione, di soccorso e assistenza in favore di singole persone e/o comunità, finalizzate alla conoscenza e alla tutela della salute, dell’ambiente, della vigilanza per il rispetto delle leggi e delle norme poste a tutela della fauna, della flora e dell’ambiente, nonché per eventi calamitosi naturali e/o causati dall’uomo, nei limiti e nel rispetto del quadro delle leggi vigenti riguardanti il volontariato e il volontariato di protezione civile;
  • Promuovere attività di formazione, prevenzione e di intervento in ambito di protezione civile e antincendio boschivo, (Basso – Medio – Alto Rischio), nel rispetto e nei limiti della normativa sul volontariato e sul volontariato di protezione civile;
  • Promuovere e organizzare le energie del paese disponibili a concorrere alla sicurezza dei porti, dei traffici marittimi, della navigazione e alla salvaguardia della vita umana, sia in mare, che nelle acque interne;
  • Effettuare per gli scopi suddetti e mediante propria organizzazione, uomini e mezzi ed a titolo di volontariato, di sua iniziativa e/o a richiesta delle Autorità e di Privati, servizi di assistenza, salvataggio e recupero di persone o beni in pericolo di perdersi in mare o nelle acque interne;
  • Organizzare e svolgere azioni di assistenza ai naufraghi ed alle loro famiglie ed in genere azioni di solidarietà sociale a favore della gente di mare ed in favore di quanti svolgono attività marinare;
  • Segnalare all'Autorità competente le azioni di merito compiute in mare raccogliendo tutti gli elementi e prove utili per il loro riconoscimento;
  • Svolgere, su base convenzionale, servizi ausiliari e di supporto alla Guardia Costiera ed alle altre Autorità responsabili della tutela del patrimonio e dell'ambiente marino, nonché di ogni altro pubblico interesse connesso o attinente alle attività nautiche;
  • Organizzare e svolgere percorsi formativi/informativi, per creare e migliorare le capacità e le conoscenze di quanti esercitano o intendano esercitare attività nautiche e tutto quanto connesso alle attività acqua-nautiche a qualsiasi scopo esse siano rivolte;
  • Effettuare studi, ricerche, progetti, anche su richiesta di Organismi Pubblici o Privati, nonché la realizzazione degli stessi, in maniera diretta e/o in collaborazione con altre associazioni e/o Enti;
  • Organizzare convegni, comitati, manifestazioni, mostre, progetti, regate e simili, il tutto orientato alla mission associativa e nel rispetto e nei limiti della legge sul volontariato e sul volontariato di protezione civile;
  • Svolgere ogni attività e iniziativa atte a sensibilizzare l'opinione pubblica e le Autorità sulle problematiche sociali e giuridiche relative alle attività associative, utilizzando qualsiasi mezzo di informazione consentito;
  • Collaborare attraverso propri operatori volontari, anche a seguito di preventivi accordi o convenzioni, con enti pubblici e privati, nei limiti dell’articolo 10 della L.R. 22/94, nonché nei limiti della legge sul volontariato, per attività di vigilanza antincendio e non.

Le attività previste in tale articolo sono svolte dall’Organizzazione prevalentemente a favore di terzi, più in particolare minori, adolescenti, famiglie, anziani, diversamente abili, e a favore della collettività per quel che riguarda i punti e) ed f) dell’articolo 5 d. lgs 117/17 sopra riportati.
L’Organizzazione svolge anche attività di volontariato di protezione civile nelle forme e nelle modalità previste dalla normativa di cui sopra, volte alla previsione e prevenzione delle varie ipotesi di rischio per beni e persone derivanti dalle condizioni di vulnerabilità del territorio, al soccorso delle popolazioni sinistrate e ad ogni altra iniziativa necessaria ed indifferibile diretta a superare le emergenze connesse agli eventi di cui alla normativa di protezione civile di cui sopra, nonché alle attività di autoformazione ed addestramento dei volontari.
Le attività previste sono svolte prevalentemente tramite le prestazioni fornite dai propri volontari in modo personale, spontaneo e gratuito.
L’Organizzazione impiega tutte le risorse economiche disponibili e gli eventuali avanzi di gestione unicamente per la realizzazione delle attività istituzionali, sociali e per progetti di assistenza e aiuto ed è aperta alla collaborazione con altri enti purché compatibili con il volontariato.

 

GLI ADERENTI ALL’ORGANIZZAZIONE

Articolo 8
Associati

Possono essere associati tutte le persone che condividono le finalità e le attività associative.
I soggetti che intendono associarsi, potranno fare domanda per iscritto, rivolta al Consiglio Direttivo dell’Organizzazione, nella quale dovranno:

  • Indicare i propri dati anagrafici completi e la residenza, il titolo di studio e/o altri titoli significativi;la professione o l’occupazione abituale e le esperienze fatte, nonché proporsi per le attività che intendono svolgere in seno all’Organizzazione di volontariato in base alle proprie attitudini, capacità e formazione;
  • Dichiarare di accettare senza riserve lo Statuto e gli eventuali regolamenti interni;
  • Dichiarare di accettare senza riserve lo svolgimento dell’attività di volontariato in modo personale, spontaneo e gratuito e senza vincoli temporali;
  • Impegnarsi a versare la quota di ammissione nonché i contributi associativi annuali nei tempi stabiliti dall’Assemblea.

La deliberazione del Consiglio Direttivo, presa in base a criteri non discriminatori, e' comunicata all'interessato ed annotata nel libro degli associati.
L 'organo competente, ai sensi del comma 2 art. 23 d. lgs 117/17, deve entro sessanta giorni motivare la eventuale deliberazione di rigetto della domanda di ammissione e comunicarla agli interessati. Chi ha proposto la domanda può entro sessanta giorni dalla comunicazione della deliberazione di rigetto chiedere che sull'istanza si pronunci, l'assemblea.
Lo status di associato ha carattere permanente e può venire meno solo nei casi previsti dall’art. 11. Non sono pertanto ammesse adesioni che violino tale principio, introducendo criteri di ammissione strumentalmente limitativi di diritti o a termine.

Articolo 9
Diritti degli Associati

Gli associati hanno diritto di:

  • Esercitare il diritto elettorale attivo e passivo per tutte le cariche sociali;
  • Prendere visione della contabilità, dei registri, dei verbali delle Assemblee e del Consiglio Direttivo facendone richiesta scritta, anche non motivata;
  • Partecipare alla gestione dell’Organizzazione secondo le modalità stabilite dal presente statuto e dalle deliberazioni dell’Assemblea e comunicando per tempo le eventuali ragioni che ne impediscano la partecipazione;
  • Prendere parte alle manifestazioni e alle attività organizzate dall’Organizzazione;
  • Essere assicurati a norma dell'art.18 del d. lgs 117/17 e decreti e norme successive;

Articolo 10
Doveri degli Associati

Gli associati si obbligano a:

  • Corrispondere le quote associative deliberate annualmente nei tempi e negli importi stabiliti dall’Assemblea;
  • Osservare lo Statuto, le delibere e gli orientamenti adottati dai competenti organi sociali;
  • Contribuire al perseguimento degli scopi sociali partecipando all’attività sociale, alle riunioni e alle assemblee dell'Organizzazione nelle forme e nei modi stabiliti dall’Assemblea dei Soci e dal Consiglio Direttivo;
  • Non attuare comportamenti in contrasto e/o pregiudizievoli nei confronti l’Organizzazione;
  • Prestare l’impegno volontario preventivamente concordato in modo personale, spontaneo e gratuito.

Articolo 22
Quota sociale

La quota associativa a carico dei soci è fissata dall'assemblea ed è annuale. La quota non è frazionabile se non per deliberazione dell'assemblea e non ripetibile in caso di recesso o di perdita della qualità di socio.
I soci non in regola con il pagamento delle quote sociali non possono partecipare alle riunioni dell'assemblea né prendere parte alle attività dell'Organizzazione, non possono esercitare il diritto di voto e non possono essere eletti alle cariche sociali, o se eletti, da queste decadono.

 

 

STATUTO GMN VERS. INTEGRALE SCANNERIZZATA